Lavoro

il BEAUCERON e il lavoro

 

 il BEAUCERON e il lavoro 

Il Beauceron ha un grande bisogno di attività, tanto per ragioni fisiche quanto per ragioni psichiche.

Il lavoro è la sua ragion d'essere e condiziona la sua forma e il suo equilibrio.

 

 

conduzione e sorveglianza dei greggi

conduzione e sorveglianza dei greggi

 Tutti gli amatori del Beauceron dovrebbero assistere, almeno una volta, a una prova sul gregge: resterebbero meravigliati, dalle attitudini di questo cane. Questa è la sua principale missione, quella per la quale è stato selezionato. In questa disciplina mostra rigore, coraggio e metodo che, oltre alla sua robustezza, ne fanno tuttora un cane apprezzato. D'altra parte, è folle pretendere, come si crede spesso, che non ci siano più greggi da controllare e che, per questa ragione, le razze da pastore siano impiegate solo in altri contesti. In effetti, la domanda di buoni cane da pastore è al contrario, in crescita, e il Beauceron potrebbe trovare un buon utilizzo delle sue doti nei prossimi anni, soprattutto presso gli allevatori di bovini, che cercano sempre più cani capaci di uno sforzo prolungato e di una potenza senza violenza, così come di una grande obbedienza.

difesa e protezione

difesa e protezione

 Tenuto conto delle sue origini, il Beauceron, è impiegato con successo nella guardia e nella difesa di persone e cose, e ne possiede il temperamento necessario. Avendo un eccellente olfatto, lavora nei servizi di Polizia e nelle dogane, come cane da droga, o per rilevare fughe di gas ed esplosivi. Lo troviamo anche come cane per le ricerche sotto le macerie. Tale compito, che consiste nellocalizzare chi è rimasto sepolto in seguito a un sisma, richiede cani molto calmi, date le delicate condizioni in cui si svolgono le operazioni (incendi, rumori di esplosioni, movimento di personale si soccorso e di elicotteri). In Francia il brevetto nazionale in questa disciplina si ottiene, dopo una selezione preliminare, al centro di Briancon, al termine di un corso di quindici giorni. I Beauceron sono impiegati anche come cani da valanga e l'ammissione al brevetto è, di preferenza, riservato a chi abita in montagna. Anche in questo caso, a una selezione preliminare, in cui si eseguono alcuni test, segue un corso obbligatorio di formazione della durata di quindici giorni. Importante  è anche la funzione del Pastore della Beauce nella ricerca di persone scomparse. Esiste un brevetto nazionale di ricerca e salvataggio di persone smarrite, per il quale, sempre nel centro di Briancon, si tiene un corso di formazione. Da ultimo, non si può dimenticare l'utilizzo del Beauceron come cane guida per ciechi.

Obedience

Obedience

L'ENCI organizza e promuove, al fine di valutare le doti caratteriali dei cani e la loro capacità di recepire qualsiasi addestramento per il loro inserimento nella vita sociale, la disciplina dell'obedience. L'obedience prevede, tra le altre, le seguenti prove:

condotta senza guinzaglio

- resta in piedi e seduto (durante la marcia)

- chiamata con terra

- salto con riporto

- odorato e riporto

- posizioni a distanza

- seduto in gruppo (1 minuto);

- terra in gruppo (3 minuti);

- valutazione generale.

Gli allenamenti devono portare il conduttore ad avere una perfetta padronanza del suo cane e quest'ultimo a mostrare un ascolto completo del padrone. Se certe prove sembrano avere un'impostazione piuttosto rigida, altre richiedono invece molto buon senso e iniziativa da parte dell'animale. Per esempio, l'"odorato e riporto" consiste in una ricerca su ordine: il conduttore riceve un oggetto, che dovrà tenere con sé fino all'inizio della prova. Senza toccarlo con le dita, un commissario di ring lo nasconderà (fuori dalla vista del cane) a una decina di metri di distanza, fra altri tre oggetti identici. Al segnale del giudice, che resta immobile, il padrone manda il suo cane alla ricerca dell'oggetto, che il cane dovrà trovare seguendo l'odore del padrone. Altro esempio, la prova "seduto in gruppo per tre minuti", durante la quale i cani, in gruppi di dieci al massimo, sono messi a una distanza di tre metri uno dall'alto, mentre i conduttori si allontanano in modo da non essere visti. A questo punto il giudice e il commissario si aggirano fra i cani, prendendo nota delle loro reazioni. Il giudice, nella sua valutazione generale, dovrà tener conto della cooperazione tra il conduttore e il cane nell'esecuzione degli esercizi, valutare il piacere del cane nel l'effettuare il suo compito e la volontà impiegata pereseguirlo. Così come dovrà essere preso in considerazione il temperamento di ogni razza. L'ENCI riconosce prove di obedience internazionali, nazionali e regionali. Nella prova internazionale viene rilasciato il Certificato di Attitudine al Campionato Italiano di Obedience (CAC) e il Certificato di Attitudine al Campionato Internazionale di Obedience (CACIOB). Il titolo di Campione Internazionale di Obedience è assegnato dalla FCI al soggetto che abbia ottenuto 2 CACIOB in due diversi Paesi con due differenti esperti giudici o la qualifica di almeno Buono in un'esposizione internazionale riconosciuta dalla FCI.

Agility

Agility

In Italia l'agility arriva alla fine degli anni Ottanta dalla Francia (sebbene sia nata in Inghilterra, nel 1977). Si tratta di una disciplina cinofila sportiva che esige molto sia dal conduttore sia dal cane: consiste nel far superare all'animale tutta una serie di ostacoli, posti in modo strategico lungo un percorso, in un tempo prestabilito. Tra gli ostacoli vi sono:                                   

-  l'altalena una tavola di 30 o 40 cm di larghezza, lunga 4,25 mt, girevole su un asse centrale, posta a circa 70 cm dal suolo;

  il tunnel morbido una sorta di sacco senza fondo

-  la ruota sospesa a 90 cm dal suolo, con un diametro da 38 a 60 cm, che deve essere attraversata con un salto

Ring

Ring

Questa disciplina comporta tre gradi (I, II, III) di difficoltà crescente. Nel grado I, oltre alle prove richieste per il brevetto, troviamo:

- salti di ostacoli 

- riporto di un oggetto lanciato  

- posizioni all'ordine: seduto, in piedi, terra 

- rifiuto di esche lanciate

- attacco frontale di un uomo travestito e armato di bastone, che si difende picchiando, senza violenza, il dorso del cane

- intercettazione e attacco di un uomo in fuga

- difesa del padrone proprio dopo che quest'ultimo e l'assalitore si sono stretti la mano e hanno chiacchierato per qualche istante

- controllo a vista di un intruso

Nei gradi successivi, si troveranno differenti rapporti con gli oggetti, la guardia, il rifiuto di esche disseminate sul terreno la ricerca e il controllo di un intruso.

 

il PASTORE della BEAUCE e il Ring - PASTORE DELLA BEAUCE

Canicross

Canicross

II canicross nasce come metodo utilizzato dai musher (conducenti delle slitte trainate da cani) per addestrare i cani da slitta ai comandi durante il periodo secco (senza neve). Le competizioni si dividono in corse sprint con tragitti massimi di 3 km, corse di distanza con percorsi massimi di 7 km, e in una staffetta composta di tre frazioni con percorsi singoli di 1 km circa. Il campionato nazionale si assegna in un'unica competizione. Naturalmente, tale disciplina richiede un minimo di socialità e obbedienza da parte del cane.

Des Gardiens de Rome

Allevamento BEAUCERON

nostri siti web :    www.desgardiensderome.it    http://desgardiensderome.chiens-de-france.com/

www.beauceronroma.it    www.pastoredellabeauceroma.it

 per informazioni   Marco Pantaleoni   +39 334 477957

nostro indirizzo mail   desgardiensderome@gmail.com